Ha ancora senso avere un Blog?

Scrivere un bl9gPrima di aprire My Digital Word mi sono chiesta spesso se avesse senso aprire un Blog, e ammetto che trovare una risposta non è stato semplice.

Quando ho iniziato a scrivere sul web, era tutto molto diverso.

Mi ero laureata da poco, e la scrittura per me era un chiodo fisso; poi sono arrivate le mie prime esperienze nel web e delle collaborazioni con alcuni portali.

Non c’erano i social come li intendiamo oggi, Facebook credo fosse appena nato, e i blog esistevano da appena 3-4 anni.

Sembra un secolo fa, eppure in circa 15 anni oggi tutto è cambiato.

La presenza online, che all’epoca sembrava un’idea quasi originale, è ormai fondamentale.

Se non sei in rete non esisti, quante volte hai sentito questa frase?

Essere in rete, avere una presenza online,  è diventato un requisito fondamentale per emergere e mostrare di essere esperti in un determinato settore.

Il punto è che si parla spesso di presenza online, quasi come se qualsiasi canale web avesse lo stesso valore o lo stesso scopo.

Leggi anche:  Il Blog che scrivi è ciò di cui hai bisogno

Ecco che ritorniamo alla domanda iniziale:

Ha senso avere un blog nonostante la comunicazione online sia cambiata? Nonostante i social? Nonostante ?

Non voglio dire che la mia sia la risposta assoluta, perché ovviamente parlo in base alla mia esperienza, e ognuno può trarne le dovute conclusioni.

Eppure questa domanda mi fa quasi sorridere, perché in fondo è quasi come chiedersi se ha senso acquistare la pasta, visto che si è già acquistato del pane.

Ogni canale di comunicazione ha una funzione ed un valore diverso.

I social media non sono il Blog, Facebook non è Twitter, Instagram non è Linkedin.

I social media sicuramente sono diventati un mezzo di comunicazione potentissimo.

Instagram ha lanciato le guide per permettere creazioni di contenuti quasi come fosse un diario.

Su Linkedin puoi scrivere articoli con pulse.

Ma allora il Blog è soltanto questo? Scrivere un articolo e condividerlo?

Leggi anche:  Scrivere contenuti per il web e di qualità

Io penso di no.

Il blog è come un progetto, richiede costruzione, ricerca, e si anche condivisione.

Ma è sopratutto uno spazio personale, che ti appartiene… puoi dire lo stesso di un profilo sui social?

Essere in rete può voler dire molte cose, avere un profilo Facebook, un profilo Instagram, raccontarsi su Twitter, connettersi su Linkedin, ma sui social il più delle volte limiti le tue interazioni alla tue rete.

Ecco che il Blog è un modo per raccontare qualcosa fuori dalla rete dei tuoi social, e raggiungere anche chi non ne fa parte.

Naturalmente la rete non è una prigione, si espande ogni giorno, i tuoi contatti crescono e così anche il tuo pubblico.

Allora perché avere un Blog ha ancora senso?

Penso che i social abbiano il grande vantaggio dell’immediatezza e del riscontro immediato, ma dopo un po’ i tuoi vecchi post diventano solo vecchi post.

Il Blog, invece, è un po’ come un divo dal fascino senza tempo.

Leggi anche:  Content writing: tips for beginners

Scrivi oggi, ma i tuoi articoli potrebbero essere letti anche fra anni, perché Google li conserva e li può far tornare in vita anche dopo parecchio tempo.

Se i tuoi articoli sono datati, ma ancora validi, potresti vederli nella SERP per i prossimi.

Non solo.

Hai sempre la possibilità di aggiornarli con nuove informazioni e renderli attuali anche se scritti 10 anni fa.

Sono, oltretutto, convinta che il valore di un Blog Post scritto bene è di grande lunga superiore a quello di un post scritto bene.

Quantomeno per intensità e approfondimento.

Una volta Seth Godin ha detto:

Blogging is the new Poetry

Non so se sia sempre così, ma di sicuro il fascino del Blog per me è quasi scontato.

Poter scrivere senza fretta, senza pensare ai like, senza pensare se è troppo lungo o troppo breve, semplicemente scrivere.

 

Un pensiero riguardo “Ha ancora senso avere un Blog?

I commenti sono chiusi.