Quanto tempo ci vuole per far crescere un Blog?

Di solito ci vogliono dai 2 ai 3 anni per far crescere un Blog e ottenere dei risultati.

Come per qualsiasi cosa, infatti, serve tempo, impegno e un grande effort.

Non ho mai creduto al tutto e subito, perché l’esperienza mi insegna che il successo facile può rivelarsi un boomerang.

Ma cosa significa davvero far crescere un Blog?

La crescita generalmente è strettamente connessa ai KPI, una metrica che permette di misurare i risultati rispetto agli obiettivi prefissati.

Una delle basi per definire i KPI è essere specifici.

Per esempio, nel caso di un Blog si potrebbero prendere in considerazione:

  • Visite uniche giornaliere o mensili;
  • Visualizzazioni di pagina;
  • Frequenza di rimbalzo.

In un’ottica di crescita, meglio scegliere degli indicatori ancora più precisi:

Es. Visite mensili con tasso di crescita anno su anno ..% oppure visite mensili dopo 6 mesi +no. utenti.

Quando ho aperto My Digital Word ho fatto delle stime basandomi su altri blog che avevo gestito,  ma per lavoro di solito:

  • Analizzo i dati di partenza se ci sono;
  • Tengo conto delle variabili (es. Quante volte pubblichi, se utilizzi i social per promuovere il blog, ecc.).

Una cosa che ho imparato è l’importanza di avere le aspettative giuste.

Infatti, il tempo medio per far crescere un blog è relativo se si hanno aspettative fuori rotta.

In passato mi è capitato di parlare con un potenziale cliente che voleva lanciare un prodotto, e ottenere SUBITO più di 1000 lead al mese, con il blog e qualche post sui social.

Naturalmente le sue aspettative erano totalmente fuori mercato.

Anche la migliore strategia di content marketing non può portare lead generation in due giorni, soprattutto se ci si aspettano risultati organici e non si vuole investire in Ads.

Creare un blog di successo è esattamente come lanciare un progetto, richiede tempo e pazienza.

Le aspettative devono essere realistiche, non bisogna credere che solo perché ci si impegna ogni giorno, in due mesi si avranno dei risultati importanti.

Sono sicura che chi la dura la vince, ma sono anche sicura che bisogna darsi del tempo.

Uno dei motivi per cui spesso il progetto di un blog fallisce, infatti, è proprio l’abbandono causato da aspettative troppo alte.

Quando i risultati non arrivano subito, si molla il progetto, per paura del fallimento.

Ma spesso si dimentica che anche scrittori o blogger famosi hanno iniziato da 0.

La famosissima scrittrice di Harry Potter, J.K. Rowling, è stata rifiutata da decine di editori prima di venire pubblicata da una piccola casa editrice di Londra.

E se avesse scelto di mollare? Oggi non avrebbe raggiunto il successo che ha raggiunto.

Faccio una considerazione personale.

Se hai aperto un blog per il piacere di condividere e raccontare, fregatene dei KPI.

Io non aspiro a diventare famosa, semplicemente amo scrivere e parlare di argomenti che mi appassionano.

Penso che un po’ come nel viaggio, il piacere non sia solo la meta, ma anche il viaggio stesso.

Così in un blog il piacere dovrebbe essere nello scrivere e nel condividere, prima di tutto.