I Brand boicottano Facebook contro il razzismo

Dopo Coca Cola e altri brand importanti come Levi Strauss e The North Face, anche Starbucks ha deciso di boicottare Facebook.

L’accusa a Zuckerberg è di non aver fatto abbastanza per combattere contenuti su odio e razzismo.Starbucks brand

La campagna che ne è nata, “stop hate for profit”, in pochissimo tempo ha visto

Centinaia di aziende e anche importanti multinazionali boicottare Facebook.

Si tratta di una presa di posizione importante, senza precedenti forse nella storia della pubblicità.

Leggi anche:  Come iniziare a fare Personal Branding

Le aziende che aderiscono alla campagna hanno deciso di stoppare la pubblicità su Facebook, una perdita di miliardi di dollari.


Un esempio di quanto possa essere potente la rete su temi caldi e coinvolgenti.

Forse Facebook paga lo scotto di non aver preso una posizione netta come per esempio ha fatto Twitter?

Leggi anche:  Perché un'azienda dovrebbe avere un profilo su Google My Business?

Chi può dirlo, di sicuro i Brand hanno capito quanto sia importante dire la propria anche su argomenti scomodi.

In fondo Brand Identity non è solo parlare dei propri valori, ma anche mostrarli 😉