Cosa resterà del 2020

2029Oggi è il primo giorno del 2021 e ho pensato di fare una riflessione sull’anno che è appena terminato.

Senza dubbio il 2020 è stato un anno difficile che molti hanno definito horribilis; la Pandemia ci ha tolto tanto e ci ha costretto ad affrontare un cambiamento nelle nostre abitudini e nelle relazioni sociali.

Per me, come per molti, il 2020 è stato l’anno della distanza e della mancanza, ma mi ritengo fortunata perché qualcosa si è salvato nonostante tutto.

Ho potuto veder mia figlia muovere i suoi primi passi, lavorare su tanti progetti e sentirmi viva grazie a questo, ritrovare il gusto di esprimermi con la pittura, aprire un Blog per raccontarmi attraverso quello che mi accade e che scopro ogni giorno, riscoprire la scrittura.

Di sicuro però non è stato un anno facile.

A marzo l’OMS ha dichiarato la Pandemia e in breve tempo il mondo si è fermato, almeno apparentemente.

Mentre però tutto il Pianeta veniva sconvolto dal Coronavirus, almeno 3 fatti importanti, che vale la pena ricordare, hanno creato un dibattito nella comunità online, e non solo:

1. Nasce #blacklivesmatter

A seguito della morte di George Floyd, un cittadino afro-americano ucciso violentemente da 4 poliziotti, si diffonde il movimento online contro il razzismo #blacklivesmatter.

Per la prima volta grandi brand come la Nike,  o piattaforme social come Twitter, si espongono schierandosi apertamente.

La lotta contro il razzismo non è certo una novità, ma lo è sicuramente il modo in cui il mondo online lo sta affrontando; si tratta di un vero cambiamento epocale.

2. L’America di Trump ha lasciato il posto all’America di Biden.

Biden vince le elezioni anche grazie ad una campagna elettorale in cui hanno avuto un peso fondamentale i volti famosi dello spettacolo.

Attori, cantanti, presentatori, da Ricky Martin ad Eva Longoria, hanno scelto di promuovere l’uno o l’altro Presidente, attraverso l’uso dei social media.

Il potere dei social diventa spaventoso.

3. La tecnologia ha salvato le relazioni.. in un certo senso

Il famoso dilemma sull’uso scorretto e pericoloso della tecnologia, nel 2020 ha trovato un terreno molto florido grazie anche all’uscita del docufilm The Social Dilemma.

Ho già espresso il mio pensiero sull’utilizzo della tecnologia e dei social, aggiungo solo che quest’anno grazie alla tecnologia abbiamo lavorato quasi come in ufficio, molte famiglie hanno potuto trascorrere il Natale insieme, anche se distanti, e condividere i momenti speciali.

Quindi forse almeno per il 2020 possono fare un’eccezione anche i convinti fautori del ritorno alla semplicità pre-social :).

Sicuramente in 365 giorni sono accaduti moltissimi altri fatti degni di nota, ma questi 3 sono quelli che ritengo possano, piu di tutti, portare un’evoluzione culturale nel mondo.

Buon 2021, e che la rivoluzione abbia inizio!