Come iniziare a fare Personal Branding

Personal Branding sui social Cosa significa fare Personal Branding e da dove cominciare?

Lavoro da anni nel settore digitale e spesso, soprattutto su Linkedin, mi è capitato di imbattermi in due tipologie di persone:

  • Persone dal grande valore professionale e in alcuni casi anche personale;
  • Pseudo guru con la presunzione di conoscere la verità assoluta e di poter insegnare l’unico metodo corretto.

Questa seconda tipologia di persone è quella che da qualche tempo sembra invadere gruppi social, piattaforme digitali e influenzare in un certo senso il mercato.

Per fortuna, lavoro nel settore da quel tempo necessario per distinguere chi davvero porta valore, da chi semplicemente parla di valore.

Leggi anche:  The Social Dilemma: il problema sono i social o siamo noi?

Fare Personal branding, infatti, non vuol dire vantarsi delle proprie conoscenze o avere la presunzione di saperne più di tutti, ma riuscire ad aiutare gli altri raccontando la propria personale esperienza, che non è detto vada bene per tutti.

Ma come iniziare a fare Personal Branding?

1. definire il proprio valore

Il primo elemento fondamentale per fare Personal Branding è capire quali sono le proprie conoscenze e i propri limiti.

Leggi anche:  Uffizi di Firenze: quando la comunicazione è efficace

Intendo dire che si può parlare anche di qualcosa che non si conosce al 100%, a patto di non voler dare a tutti i costi l’idea di essere un esperto.

Un esempio calzante è aprire un blog di cucina raccontando i progressi e le scoperte che si fanno nel tempo, invece di cercare di imitare inutilmente il blog di uno chef stellato.

Credo che essere sinceri sia un passo dovuto e che alla lunga paga.

2. Come è dove comunicare

Il secondo step è la scelta della piattaforma da utilizzare.

Leggi anche:  Instagram si colora: Benetton ha lanciato #wearerainbows

Io per esempio ho scelto il Blog, ma utilizzo anche Linkedin e Twitter, seppur senza una grande costanza.

Bisogna scegliere la piattaforma più adatta ai propri obiettivi e anche al proprio settore.

La valutazione dello strumento che si utilizzerà è molto importante e può davvero fare la differenza.

Anche la scelta del social media, a seconda del settore, può essere rilevante.

Mi accorgo per esempio che alcune persone molto forti su Facebook non hanno né la stessa forza su link