Come fare un redirect ed evitare errore 404

Pagina non trovata errore 404Hai cambiato una url nel sito, si è generato un errore 404, e non sai cosa devi fare per risolverlo?

La risposta è fare un redirect!

Ma cosa significa fare redirect? Quando farlo e soprattutto come?

In quest’articolo ti spiego come imposto una migrazione per i contenuti del mio Blog in pochissimi minuti con un metodo veloce ed efficace.

Partiamo subito!

Hai mai sentito dire che il ciabattino va sempre in giro con le scarpe rotte?

Ecco cosa è capitato a me.

Una parte fondamentale del mio lavoro è analizzare i siti dei clienti, verificare che sia tutto ok lato seo, e che non ci siano errori.

Conosco e uso molti strumenti di analisi ma generalmente faccio sempre una scansione con Screaming Frog perché in pochi minuti mi identifica errori su:

  • Url
  • Alt
  • Meta description
  • Title
  • Pagine 404 / link rotti.

L’analisi naturalmente va sempre accompagnata da una verifica “manuale” e da ulteriori strumenti.

Ma utilizzando questo tool ho già tantissimo materiale informativo.

Eppure, la cosa assurda è che dopo quasi un anno di attività con My Digital Word non avevo mai analizzato il mio sito.

Immaginavo ci fossero degli errori ma il tempo che ho a disposizione purtroppo è poco tra lavoro, casa, interessi vari.

Finalmente qualche giorno fa mi sono decisa a fare un check e tra le diverse cose da sistemare ho trovato degli errori 404 (su alcune categorie).

Avevo modificato delle categorie senza fare un redirect…

Errore 404: dove nasce

Ma facciamo un passo indietro, tu sai quando si generano gli errori 404?

Essenzialmente in due occasioni:

1. Quando per esempio si inserisce un link con url scritta male;

2. quando si cambia indirizzo di una pagina (url) senza reindirizzare la vecchia a quella nuova.

Per il primo caso, naturalmente, basta correggere la url.

Per il secondo, invece, occorre fare il redirect o migrazione dei vecchi contenuti.

Oggi parliamo di come fare redirect per evitare di generare errori nel sito.

Se non sai come trovare le pagine di errore 404  ti suggerisco di leggere l’articolo “404 page not found” in cui ti spiego passo passo come trovarle.

Fare un redirect di pochi contenuti

Il metodo che utilizzo per il mio Blog è semplicissimo e soprattutto veloce.

1. Scarica il plugin SEO Rank Math, lo sto testando al posto di Yoast e per molti aspetti lo trovo migliore (farò un articolo a parte per questo argomento);

2. Fai il set up e ricordati di attivare due funzioni:

  • 404 Monitor, che ti sarà utile anche in futuro per essere sicuro che non si generino altre pagine 404 visitate da utenti;
  • Redirections che sarà invece fondamentale per fare redirect appunto delle vecchie pagine.

3. Entra su Redirections e inserisci in quest’ordine:

  • Url da reindirizzare;
  • Url finale verso cui fare il redirect.

Fare redirect con rankmath

Esempio pratico di quando fare Redirect

Hai deciso di modificare la Url di un articolo perché ti sei reso conto che sarebbe meglio usare una long tail keyword invece di una keyword secca.

Step 1: modifichi la url

Step 2: vai su RankMath/redirect

Step 3: inserisci nel primo tab la url che hai deciso di modificare

Step 4: Inserisci nel secondo tab la nuova url

In questo modo l’utente che farà una ricerca su Google e troverà il tuo articolo con la vecchia url (se ovviamente è indicizzata):

  • Verrà indirizzato sulla nuova url;
  • Non troverà errore 404.

Questo metodo va benissimo quando devi modificare solo qualche pagina.

Impostare la Migrazione di molti contenuti

Se, invece, devi modificare molti articoli, ad esempio se hai deciso di cambiare l’impostazione del permalink e togliere la data, con questo metodo perderesti moltissimo tempo.

In quel caso, allora, ti suggerisco di installare un plugin apposito per redirect, es. Redirections.

A quel punto crea un file excel (da import csv) con due colonne:

  • Vecchia url
  • Nuova url

Ricordati di non inserire il dominio.

Importano direttamente su WordPress.

Anche in questo caso come vedi l’operazione è molto semplice e ti permette di risparmiare moltissimo tempo, evitando eventuali penalizzazioni.